Skip to main content

Coca-Cola acquista Bodyarmor: chi è e perché lo ha fatto

Coca-Cola ha annunciato lunedì di aver acquisito il pieno controllo del produttore di bevande sportive Bodyarmor per 5,6 miliardi di dollari, realizzando così la più grande acquisizione di marchio della società fino ad oggi.

Il gigante delle bevande ha acquistato una quota del 15% di Bodyarmor nel 2018, diventando il suo secondo azionista più grande. All’epoca, la leggenda del basket Kobe Bryant era il suo terzo azionista dopo aver investito in Bodyarmor nel 2013, solo due anni dopo la sua fondazione. Il patrimonio della defunta stella NBA riceverà circa 400 milioni di dollari dalla vendita, secondo il Wall Street Journal.

L’intesa Coca-Cola Bodyarmor

L’accordo per il restante 85% di Bodyarmor non è del tutto inaspettato. Coca Cola ha detto per la prima volta a febbraio che intendeva acquistare una partecipazione di controllo in Bodyarmor più tardi quest’anno in un deposito pre-acquisizione con la Federal Trade Commission.

Possedere Bodyarmor aiuta Coke a guadagnare quote di mercato nella categoria delle bevande sportive, anche se Gatorade della PepsiCo è di gran lunga il leader del mercato con circa il 70% di quota di mercato. Spacciandosi per una bevanda sportiva più sana, Bodyarmor ha superato Powerade della Coca Cola per diventare il secondo giocatore della categoria. Secondo la Coca Cola, le vendite al dettaglio del marchio di bevande sportive quest’anno dovrebbero essere più di 1,4 miliardi di dollari, circa il 50% in più quest’anno.

Come parte dell’accordo, il co-fondatore di Bodyarmor Mike Repole collaborerà al portafoglio di bevande ferme della società. Repole ha anche fondato Vitaminwater, Smartwater e Energy Brands, che ora sono tutti di proprietà della Coca Cola. Repole e il presidente di BodyArmor, Brent Hastie, resteranno nei paraggi per aiutare Bodyarmor nel suo tentativo di sorpassare Gatorade.

Le dichiarazioni del management

Dopo aver parlato con [il presidente e amministratore delegato James Quincey], gli ho chiesto se potevo essere presidente del consiglio. Penso che mi abbia messo in sordina dopo questo“, ha detto Repole. “Ma non ho avuto paura di chiedere, quindi farò del mio meglio per entrare nel consiglio”.

Repole ha detto che il piano di farlo agire come consulente per altre parti del suo portafoglio è un segno che la Coca Cola vuole fare le cose in modo diverso. Condividerà idee su come migliorare il marketing, il packaging e l’innovazione della Coca Cola.

Ricordiamo che Coke sta revisionando il proprio portafoglio dall’inizio della pandemia di coronavirus, eliminando le bevande che non hanno venduto bene in questo periodo. Questo include la sua bevanda di breve durata Coca-Cola Plus Energy in Nord America questa primavera.

L’affare Bodyarmor è la più grande acquisizione di marchio della Coca-Cola, superando il suo acquisto di Costa Coffee nel 2018 per 5,1 miliardi di dollari. Le azioni di Coke sono salite del 2% quest’anno, dandole un valore di mercato di 242 miliardi di dollari.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi