Skip to main content

La consapevolezza di sé per i leader di successo

Nessun leader riesce ad assicurare tutte le qualità in una sola persona e, se ci pensi, questo è profondamente rassicurante: non è necessario essere perfetti per guidare un business di successo. Guardati intorno: scoprirai che tutti i leader hanno dei difetti. Avere una debolezza, o una “opportunità di sviluppo” – nel gergo di oggi, non è un ostacolo alla leadership, se sai cosa fare.

I leader efficaci sono profondamente consapevoli di ciò in cui sono bravi e di ciò in cui non sono bravi. Ci vuole grande fiducia in sé stessi, consapevolezza e umiltà per ammettere di non essere bravi in qualcosa, ma questo è il primo passo fondamentale per fare qualcosa al riguardo.

Tutti i leader hanno delle debolezze, ma fortunatamente la leadership è uno sport di squadra. Approfondisci

Come ottenere il meglio da una sessione di brainstorming

Durante la sessione di brainstorming, nel frattempo, i partecipanti dovrebbero tenere a mente che lo scopo della sessione è quello di generare una grande quantità di idee. L’autocensura è controproducente. Una sessione di brainstorming ha successo quando l’enorme quantità di idee costringe i partecipanti a superare i preconcetti e ad esplorare nuovi territori!

Detto ciò, le discussioni sui meriti relativi delle idee non dovrebbero essere intraprese mentre vengono espresse; questo rallenta il processo e scoraggia la creatività. Inoltre, l’anzianità lavorativa e il grado dovrebbero essere ignorati durante la sessione in modo che tutti i partecipanti si sentano uguali e si sentano incoraggiati ad essere creativi. Si dovrebbe altresì cercare di mantenere un’atmosfera vivace e, quando l’attività è in ritardo, qualcuno dovrebbe sforzarsi di introdurre una prospettiva nuova e sorprendente. Un gruppo di brainstorming potrebbe, ad esempio, spostare il punto di vista e chiedersi: Come potrebbe un bambino di cinque anni guardare a questo problema…? Approfondisci

Che cos’è il brainstorming

Il brainstorming è una tecnica di problem-solving in cui un gruppo di persone presenta liberamente e spontaneamente le proprie idee, costruendo sulle reciproche visioni e intuizioni, fino a quando non emerge qualcosa di nuovo e unico. La tecnica è progettata in modo che il pensiero critico e negativo, abituale in ambienti di gruppo, sia temporaneamente sospeso in modo che le idee possano fluire liberamente e possano essere espresse senza imbarazzo.

Secondo la letteratura, è stato A.F. Osborne ad avere il merito di aver inventato la tecnica nel 1941. Osborne ha pubblicato le sue idee nel 1957 in un libro intitolato Applied Imagination. Il noto autore Arthur Koestler (famoso per il suo “Buio a mezzogiorno”) ha esposto il modo in cui l’umorismo, l’invenzione e la creatività artistica sono il risultato di insospettabili collegamenti tra idee e immagini apparentemente diverse, un fenomeno utilizzato nel brainstorming. Quel libro si intitolava “L’atto della creazione”. Approfondisci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi