Skip to main content

Affirm: cos’è e come funziona

Tra le app più interessanti nel settore del “compra oro, paghi dopo”, c’è sicuramente Affirm, una buona scelta se si ha bisogno di un’opzione di finanziamento a lungo termine con un TAEG dello 0% e nessuna spesa in caso di ritardo. Offre prestiti POS che vanno da 1 mese a 48 mesi con un limite di 17.500 dollari per finanziamento, ed è uno dei pochi fornitori di BNPL che offre ai consumatori opzioni di finanziamento a lungo termine con un TAEG 0%.

Tuttavia, il tasso di interesse che riuscirai ad assicurarti sul tuo prestito dipende da una varietà di fattori – tra cui l’importo dell’acquisto, la lunghezza del termine di pagamento e il commerciante. Insomma, il TAEG è dello 0%, ma solamente a livello teorico, visto e considerato che non è escluso che possa essere molto maggiore in alcuni casi. Approfondisci

certificazione-ape

Cessione del quinto, è boom di ricorsi nelle banche italiane

Secondo quanto affermano gli ultimi dati diffusi dall’Arbitro bancario finanziario di Bankitalia, i ricorsi tra clienti e banche sarebbero saliti del 60 per cento tra il 2015 e il 2016, a quota 21.652 unità. Per quanto concerne le motivazioni di un simile boom, si tenga conto che in buona parte tale incremento risulta essere spiegato dall’aumento dei ricorsi in materia di estinzione anticipata dei finanziamenti contro cessione del quinto dello stipendio e in particolare delle richieste di restituzione delle commissioni sostenute in sede di accensione del finanziamento, con controversie più raddoppiate. Approfondisci

Prestiti alle famiglie ancora in crescita in estate

Scelte-finanziarieSecondo quanto emerge dall’ultima rilevazione compiuta dalla Banca d’Italia nel suo bollettino periodico, i prestiti al settore privato, opportunamente corretti al fine di tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari, hanno potuto far registrare una crescita su base annua dello 0,7 per cento (0,4 per cento a luglio).

In particolare, i prestiti al settore privato hanno beneficiato di una positiva incidenza dei prestiti alle famiglie, che ad agosto sono cresciuti dell’1,5 per cento sui dodici mesi (1,4 per cento anno su anno nel mese precedente), contrariamente a quanto avvenuto alle società non finanziarie, i cui prestiti sono diminuiti su base annua dello 0,2 per cento (-0,6 per cento su base annua a luglio). Approfondisci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi