Skip to main content

Trading USA, ordinativi di beni durevoli in flessione

Brusco passo indietro degli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti. I dati, recentemente diffusi e relativi al corso del mese di novembre, mostrano una flessione di -4,6 punti percentuali mese su mese, dopo +4,8 per cento mese su mese di ottobre. Il calo è determinato dall’aeronautica civile, con una contrazione di -73,5 punti percentuali su base mensile, dopo due mesi molto forti (+94,6 per cento su base mensile a ottobre, +30,6 per cento su base mensile a settembre). Approfondisci

soldi tasca

Aumenta di poco l’inflazione americana

soldi tascaAumenta, pur di poco, l’inflazione negli Stati Uniti. Stando a quanto affermano le ultime statistiche condotte a livello locale, il CPI a ottobre aumenta infatti di 0,4 punti percentuali su base mensile e di 1,6 punti percentuali su base annua sulla scia del rialzo del prezzo della benzina (gonfiato dalla correzione stagionale). L’indice core aumenta di 0,1 per cento mese su mese (2,1 per cento anno su anno), contro attese per un incremento di 0,2 per cento mese su mese. Approfondisci

forex dollaro

Forex, prevale il clima di attesa per le elezioni USA

forex dollaroCosì come già noto per il mercato azionario, anche sul fronte cambi prevale l’attesa per i risultati delle elezioni presidenziali USA che si terranno in queste ore. Già stamane i mercati finanziari avevano beneficiato del clima di avversione al rischio, dopo la notizia che la Clinton non sarebbe stata incriminata dall’FBI per lo scandalo delle email. Le dichiarazioni del Bureau hanno dunque rassicurato non solamente la parte democratica (che ha guadagnato qualcosa negli ultimi sondaggi effettuati) quanto anche i mercati finanziari, che evidentemente non considerano di buon occhio la potenziale elezione di Donald Trump, che al di là della sostanza delle sue politiche potrebbe apportare una maggiore avversione al rischio. Approfondisci

squadra traders1

Stati Uniti, si attendono nuovi spunti per il trading

squadra traders1Ci attendono ore di importanti novità dagli Stati Uniti, utili per orientare le proprie strategie di trading nel prossimo periodo. Cominciamo dai prossimi dati in corso di pubblicazione, con l’uscita della seconda stima del prodotto interno lordo del 1° trimestre, che dovrebbe mostrare una crescita di 0,9 per cento t/t ann., da 0,5 per cento t/t ann. della stima advance. Approfondisci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi