Skip to main content
petrolio

Nuove stime sul petrolio 2019

Nel suo dossier mensile Short-Term Energy Outlook (STEO), la U.S.S. Energy Information Administration (EIA) ha rivisto le proprie stime sull’offerta e la domanda globali nel 2018 e nel 2019, tenendo così conto della recente forza dell’offerta globale e della decisione OPEC della settimana scorsa di incrementare i tagli l’anno prossimo.

A margine di ciò, l’EIA prevede che nel 2018 il mercato sarà di nuovo in eccedenza, registrando probabilmente un eccesso di offerta di 0,3 milioni di barili al giorno (mb/d), in aumento rispetto ad   saldo di bilancio stimato a novembre, e che il mercato rimarrà in eccedenza di 0,2 mb/d nel 2019, anche se si prevede ora che l’eccedenza sarà inferiore a quanto previsto in precedenza (a fronte di 0,6 mb/d in eccedenza stimata a novembre).

La domanda mondiale è stimata in aumento da 98,6 mb/d nel 2017, a 100,1 mb/d nel 2018 (+1,5 mb/d, invariato rispetto al mese scorso) e a 101,6 mb/d nel 2019 (+1,5 mb/d, rivisto al rialzo da 101,5 mb/d del mese scorso). Le forniture non OPEC sono stimate passare da 58,7 mb/d nel 2017 a 61,2 mb/d nel 2018 (+2,5 mb/d su base annua).

La produzione di greggio statunitense dovrebbe aumentare da una media di 9,4 mb/d nel 2017 a 10,9 mb/d nel 2018 (+1,5 mb/d su base annua, invariato) e a un record di 12,1 mb/d nel 2019 (+1,2 mb/d su base annua, invariato). L’offerta di greggio OPEC dovrebbe scendere da 32,7 mb/d nel 2017, a 32,6 mb/d nel 2018 (-0,1 mb/d su anno, rivisto al rialzo da 32,5 mb/d) e 31,8 mb/d nel 2019 (-0,3 mb/d su anno, in calo rispetto a 32,2 mb/d).

L’importanza dell’orientamento commerciale in un avvocato

Quanto è importante l’orientamento commerciale in un avvocato? La risposta è: sempre di più! Se vuoi diventare avvocato in uno studio legale, aspettati che i tuoi nuovi titolari pretendano che tu offra con particolare convinzione e propensione alla vendita i tuoi servizi ai potenziali clienti, oltre a sviluppare rapporti di fiducia con quelli esistenti. In ultima analisi, gli studi legali sono oggi delle imprese di servizio a tutti gli effetti, e gli avvocati devono apprezzare l’importanza commerciale di rispettare le scadenze, mantenere bassi i costi e gestire le informazioni in modo riservato. (altro…)

Quali capacità deve avere un buon insegnante

L’insegnamento può certamente essere una sfida, ma è anche una delle carriere più gratificanti che una persona possa percorrere. Ma quali sono le capacità che un buon insegnante deve avere?

L’elenco potrebbe essere piuttosto lungo e difficilmente riassumibile, ma probabilmente non si può che iniziare dalla pazienza: è questa infatti probabilmente l’abilità più importante. I bambini di questi tempi sono testardi, e molti non hanno il rispetto intrinseco per l’autorità che è stato insegnato in giovane età nelle scorse generazioni. Insomma, trascorrere un solo giorno in una stanza piena di adolescenti è sufficiente per mandare qualsiasi essere insegnante in tilt! (altro…)

Quale è il posto più pericoloso per una donna?

Quale è il posto più pericoloso per una donna? A svelarlo è un nuovo studio da parte delle Nazioni Unite, secondo cui più della metà di tutte le donne vittime di omicidi nel mondo – 137 al giorno – sono state uccise da un membro della propria famiglia.

Insomma, una ricerca pubblicata dall’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNODC) ha scoperto che delle circa 87.000 donne e ragazze uccise intenzionalmente nel 2017, circa il 58% è morta per mano di qualcuno che era un “partner” o un parente. Tale statistica equivale a sei donne uccise ogni ora da persone che conoscono, dice il rapporto, tanto da far comprendere che, in fondo, il posto più pericoloso per una donna è proprio la sua casa.

Yury Fedotov, direttore esecutivo dell’UNODC, ha osservato che mentre la stragrande maggioranza delle vittime di omicidi a livello mondiale sono uomini – nel 2017 sono otto su dieci omicidi – le donne sono le vittime più frequenti in termini di violenza perpetrata dai partner intimi. Nel 2017, circa l’82% delle vittime di omicidio perpetrato da partner o familiari erano donne, contro il 18% degli uomini (la stragrande maggioranza degli uomini viene uccisa da estranei).

Le donne continuano a pagare il prezzo più alto a causa della disuguaglianza di genere, della discriminazione e degli stereotipi negativi – ha poi aggiunto Fedotov, invitando ad applicare risposte mirate da parte della giustizia penale per prevenire e porre fine alle uccisioni legate al genere.

Lo studio rileva infine che anche se diversi Paesi hanno intrapreso azioni per affrontare la violenza contro le donne e le uccisioni legate al genere in modi diversi, adottando cambiamenti giuridici, interventi precoci e sforzi di più agenzie, così come la creazione di unità speciali e l’attuazione della formazione nel sistema di giustizia penale, attualmente non ci sono segni di una diminuzione del numero di uccisioni di donne e ragazze legate al genere.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi