Skip to main content
Soldi

Produzione industriale area euro in calo di un decimo

SoldiLa produzione industriale relativa all’area euro è calata di un decimo di punto percentuale nel corso dell’aggiornamento del mese di marzo (con una identica variazione del mese di febbraio, rivista al rialzo da -0,3 per cento mese su mese), contro le attese che erano invece per un aumento.

Il contributo negativo di Germania (-0,7 per cento mese su mese), di Spagna (-0,4 per cento mese su mese) e di Paesi Bassi (-1,7 per cento mese su mese) ha più che compensato gli aumenti visti in Francia (+2,0 per cento su base mensile) e in Italia (+0,4 per cento mese su mese) e in Irlanda (+1,7 per cento mese su mese, che però non recupera il crollo anomalo di febbraio).

Per quanto concerne invece la variazione su base annua, il dato genera un incremento a 1,9 punti percentuali contro precedenti 1,5 punti percentuali. Nel primo trimestre la produzione industriale ha stagnato dopo essere aumentata dell’1,1 per cento su base trimestrale a fine 2016, dando un contributo nullo alla formazione del PIL dell’eurozona.

A proposito di dati di produzione industriale, quelli usciti in Cina contemporaneamente hanno determinato una crescita in rallentamento dal 7,6 per cento al 6,5 per cento anno su anno del mese di aprile. Sempre nel mercato cinese rileviamo altresì una crescita cumulata degli investimenti fissi in rallentamento dal 9,2 per cento all’8,9 per cento anno su anno nel periodo gennaio – aprile 2017. Infine, rileviamo altresì come le vendite al dettaglio nello stesso periodo siano rallentate dal 10,9 per cento al 10,7 per cento anno su anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi