Skip to main content

Poste Italiane conferma utile in calo

Utile in calo per Poste Italiane, che chiude il primo semestre dell’anno con un risultato positivo, ma in flessione rispetto a quanto era stata riuscita a fare nel corso dell’anno precedente. Ad ogni modo, poco rileva: il risultato era stato ampiamente atteso dai principali analisti e, a ben vedere, è determinato da una flessione che è inferiore a quella che era stata prevista dagli osservatori di mercato.

Più nel dettaglio, il primo semestre del 2017 si è archiviato per Poste Italiane con ricavi complessivi in moderata crescita (+2 per cento rispetto al primo semestre dell’anno scorso) a 18 miliardi di euro, a un livello superiore alle stime di consenso ferme a 17,8 miliardi di euro.

Passando alla redditività, emerge come l’utile netto abbia registrato una flessione su base annua del 9,7 per cento a quota pari a 510 milioni di euro, risultando anche in questo caso migliore delle attese di mercato (che si fermavano a 500 milioni di euro), mentre il risultato operativo è stato sostanzialmente stabile (+0,5 per cento su base annua), a 847 milioni di euro, battendo così le stime degli analisti ferme a 843 milioni di euro.

Il gruppo ha così confermato la politica di dividendi per il 2017 in linea con quella degli ultimi due esercizi.

A questo punto, gli analisti guardano con attenzione quel che potrebbe accadere nel corso del trimestre in corso e di quello conclusivo per il 2017, che dovrebbero permettere alla società gestore del servizio postale di poter condurre in porto la propria compagine con risultati positivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi