Skip to main content

Petrolio, OPEC pronta a riunioni straordinarie

Solo un paio di settimane dopo che l’OPEC e i suoi partner hanno concordato di attuare un altro ciclo di tagli alla produzione, pare che il cartello dei principali produttori di greggio al mondo sia pronto ad estendere questi tagli man mano che i prezzi internazionali continueranno a scendere.

Reuters riferisce infatti, citando il ministro del petrolio degli Emirati Arabi Uniti, che l’OPEC sia pronta a convocare una riunione straordinaria, entrando di fatti in una modalità “whatever it takes”.

All’inizio di questo mese l’OPEC, la Russia e altri nove produttori avevano deciso di ridurre la loro produzione combinata di petrolio di 1,2 milioni di barili al giorno, con una quota OPEC di 800.000 barili al giorno. Tuttavia, la notizia non è riuscita ad impressionare un mercato preoccupato per la crescita economica globale e, di conseguenza, per la domanda di petrolio greggio.

Parlando ad una conferenza stampa in Kuwait, Suhail al-Mazrouei, Emirati Arabi Uniti ha dichiarato che non sarebbe stato un problema per il cartello estendere il periodo dei tagli, inizialmente fissato a quattro mesi, a partire da gennaio.

“E se gli 1,2 milioni di barili di tagli non fossero sufficienti? Vi sto dicendo che se non lo è, ci incontreremo e vedremo cosa sarà sufficiente e lo faremo”, ha detto Mazrouei, aggiungendo che “il piano (per tagliare la produzione di petrolio) è ben studiato, ma se non funziona, abbiamo sempre il potere in OPEC di convocare una riunione straordinaria. Se ci viene richiesto di prorogare per (altri) sei mesi, lo faremo….. Posso assicurarvi che una proroga non sarà un problema”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *