Skip to main content

Cosa fa il responsabile finanziario

La funzione finanziaria è una delle parti principali dell’organizzazione aziendale, che coinvolge un processo permanente e continuo dell’azienda. La finanza è uno dei processi interrelati che si occupano del personale, del marketing, della produzione e dell’attività di ricerca e sviluppo dell’azienda. Attualmente, ogni preoccupazione aziendale finisce con il concentrarsi maggiormente sul campo della finanza perché riflette l’intera posizione operativa e di capacità di profitto dell’azienda.

Detto ciò, decidere la corretta funzione finanziaria è l’obiettivo essenziale e ultimo dell’organizzazione aziendale. Il responsabile finanziario è uno degli attori importanti nel campo della funzione finanziaria, e deve avere un’intera conoscenza nel campo della contabilità, dell’economia e della finanza. La sua posizione è altamente critica e analitica per risolvere vari problemi relativi alla finanza, e dovrà svolgere una lunga serie di funzioni principali. Approfondisci

Cos’è la massimizzazione della ricchezza

La massimizzazione della ricchezza è uno degli approcci moderni per definire le attività delle imprese, e comporta le ultime innovazioni e gli ultimi miglioramenti nel campo aziendale. Il termine ricchezza significa il patrimonio della persona o delle persone che sono coinvolte nell’impresa, ed è evidentemente un concetto piuttosto diverso rispetto a quello del “semplice” profitto. Di contro, la massimizzazione della ricchezza è anche nota come massimizzazione del valore o del valore attuale netto, ed è un obiettivo che oramai è un concetto universalmente accettato nel campo del business.

Ma perché si potrebbe scegliere di perseguire la massimizzazione della ricchezza come obiettivo, al posto della massimizzazione del profitto? Approfondisci

3 consigli per migliorare le tue finanze

Vuoi davvero darti una mano per migliorare le tue finanze, e farlo in maniera efficace e immediata?

La prima cosa che devi fare è creare un piano di risparmio (e attenersi ad esso). Lo so, probabilmente lo hai già sentito. Ma quando si tratta delle proprie finanze personali, è necessario creare un piano di risparmio e attenersi ad esso. Molte volte si prende il ritmo, e poi si diventa lentamente un po’ pigri. Non farlo! È così che si ricade nelle vecchie abitudini dei non risparmiatori. Per poter far ciò peraltro non è necessario affidarsi a strumenti complessi. È sufficiente un mero foglio di calcolo che riporti quanto denaro dovrebbe essere destinato al risparmio e agli investimenti.

In secondo luogo, inizia a pagare prima di tutto te stesso. Questa filosofia esiste già da un po’ di tempo, ma è soprattutto insita in un libro “mitico” per la finanza personale ,come Rich Dad, Poor Dad. Suona un po’ controverso, ma avere questa mentalità ti farà restare sui tuoi obiettivi di risparmio. Troppe volte si paga prima tutto il resto e… poi alla fine del mese non c’è quasi più niente da risparmiare. Se si invertono i ruoli, si è più consapevoli dei soldi per pagare le bollette in tempo e ridurre le spese frivole. Approfondisci

Le origini di Apple

Apple è stata fondata nell’aprile del 1976 da Steve Wozniak, allora ventiseienne, e Steve Jobs, ventunenne, entrambi studenti che hanno abbandonato il college. La loro collaborazione iniziò in realtà diversi anni prima, quando Wozniak, un ingegnere elettronico autodidatta di particolare talento, iniziò a costruire “scatole” che gli permettevano di fare telefonate interurbane gratis. La coppia ha venduto diverse centinaia di dispositivi di questo tipo, ottenendo i loro primi introiti.

Nel 1976 Wozniak stava tuttavia lavorando a un’altra “scatola”, ben più ambiziosa, un computer di nome Apple I, senza tastiera né alimentatore, per un club di hobbisti di computer. Approfondisci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi