Skip to main content
vehicle-gfae30cb41_1280-corrieredelsannio

Come dedurre il 100% dei costi su autocarri o veicoli immatricolati N1

Chi ha un’azienda sa perfettamente che può godere di grandi vantaggi immatricolando i propri veicoli nella categoria N1. Gli autocarri e i veicoli N1 sono soggetti a interessanti detrazioni fiscali, sino al 100% dei costi. Anche vetture come, ad esempio, i SUV possono essere immatricolati in questa categoria. Per poter beneficiare degli sgravi fiscali è importante che tale dicitura venga riportata sul libretto di circolazione.

A livello aziendale, dunque, optare per questa soluzione rappresenta un notevole vantaggio in termini economici, inoltre anche se si decide di non acquistare il veicolo ma di affittarlo, si può comunque usufruire di tali vantaggi. A tal proposito, chi cerca un autocarro o ha bisogno di un veicolo immatricolato N1 deducibile può consultare le tantissime offerte di autocarri con noleggio di Finrent, tra i migliori portali di NLT in Italia.

Che cosa sono i veicoli immatricolati N1 e quali sono i requisiti per ottenerla

Il titolo 3 all’articolo 47 del Codice della Strada definisce le categorie di veicoli immatricolati N1 come “i veicoli destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 T”. Come già accennato nelle righe sopra è importante che la dicitura N1 sia riportato sul libretto di circolazione, a maggior ragione se si tratta di un’automobile che può rientrare in questa categoria. Affinché un veicolo, che normalmente rientrerebbe nella categoria M1, ovvero, quella dedicata alle auto, sia segnato come N1 è necessario che rispetti determinati requisiti stabiliti dalla legge.

Se anche soltanto uno dei requisiti previsti non viene rispettato, l’auto non potrà essere considerata come un autocarro e, pertanto, non rientrerà nella categoria N1 con conseguente perdita degli sgravi fiscali, Questi ultimi, come accennato, consistono in una deducibilità del 100% dei costi su autocarri o veicoli immatricolati N1 e la detrazione dell’IVA pari al 100%.

I requisiti fondamentali

Con l’entrata in vigore della Direttiva Europea 2007/2046/CE i veicoli che ambiscono a diventare autocarri non hanno più bisogno di modifiche strutturali all’interno dell’abitacolo, come ad esempio l’inserimento di una griglia, ma devono rispettare delle caratteristiche specifiche in modo da poter essere adibite al trasporto delle merci:

  1. Devono avere un codice carrozzeria F0 se si tratta di furgoni o furgoncini;
  2. Se il veicolo è un pick up il codice carrozzeria deve essere K0 o K9;
  3. Deve necessariamente avere quattro o più posti a sedere;
  4. Il rapporto tra il carico e la potenza motore deve essere pari o Superiore a 180.

Per quanto riguarda il punto numero 4 è bene sottolineare che il rapporto deriva da una formula essenziale per poter calcolare tale requisito. La formula è la seguente: P/(Mc-T) il valore che scaturisce da questa formula deve essere pari o maggiore a 180, se il risultato si assesta al di sotto di questo numero non è possibile immatricolare il veicolo come N1.

Per poter avere nella flotta aziendale veicoli immatricolati N1 una soluzione alternativa all’acquisto diretto è quello del noleggio a lungo termine, si può prendere in affitto un veicolo N1 già omologato potendo godere degli sgravi fiscali pari al 100% dei costi e dell’IVA, esattamente come se il veicolo fosse stato acquistato direttamente dall’azienda.

La deducibilità fiscale quando si parla di autocarri o comunque di veicoli N1 risulta essere particolarmente vantaggiosa, questo perché questi tipi di mezzi sono considerati dei mezzi strumentali per l’attività produttiva.

 Noleggio di un veicolo N1: conviene?

Il noleggio a lungo termine di un veicolo N1 può risultare molto conveniente, questo perché è possibile detrarre totalmente i costi del veicolo immatricolato in questa categoria. Ma se questo aspetto risulta essere particolarmente appetibile e di interessante, la vera Convenienza sta in quella che viene definita la formula “tutto incluso“.

Questo aspetto dà la possibilità all’utente di poter fruire di una serie di vantaggi pagando un canone fisso periodico. Di norma la formula comprende: l’assicurazione completa del veicolo, il soccorso stradale H24, la manutenzione, sia di natura ordinaria che di natura straordinaria, e tutta la gestione di natura burocratica relativa al mezzo.

Inoltre, specie per chi percorre tantissimi chilometri, si ha la certezza di avere a disposizione mezzi sicuri, performanti e controllati e, infine, ha anche la possibilità di stare alla guida di mezzi sempre nuovi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi