Skip to main content

4 cose da tenere in considerazione per investire in materie prime nel 2016

Il comparto delle materie prime ha in buona parte deluso nel corso del 2015, e i presupposti non sembrano essere incoraggianti anche nei confronti del nuovo anno o, per lo meno, della prima parte del nuovo esercizio. Ma in che modo investire congruamente nelle commodities, senza sottovalutare alcune delle principali determinanti in grado di influenzare il trend delle materie prime? Abbiamo esaminato 4 potenziali driver di investimento: vediamoli insieme.

Federal Reserve

La politica monetaria della Federal Reserve, contraddistinta dall’avvio di un lento e graduale rialzo dei tassi, dovrebbe alimentare la forza del dollaro, comportando pressioni al ribasso nel comparto delle materie prime e in particolare dell’oro. Dunque, non scordate tale correlazione, poiché è probabile che la domanda per investimento aurifero possa calare ancora.

Cina

La salute dell’economia cinese continuerà a rappresentare un grande punto interrogativo nel prossimo futuro: saranno determinanti, al fine di definire la domanda mondiale di materie prime, le risposte che le autorità cinesi applicheranno al rallentamento in atto. Meglio dunque monitorare strettamente i principali dati macro nei primi mesi dell’anno.

Tensioni geopolitiche

Le tensioni geopolitiche aumentano la volatilità nel comparto. E considerato che in futuro è ampiamente probabile che possano accrescere (dall’Europa Orientale al Medio Oriente), bisogna tendere in considerazione che vi è l’elevato rischio che petrolio & co., possano improvvisamente subire rapide variazioni nella domanda e nell’offerta.

Petrolio

Il petrolio è una materia prima ma, nel contempo, anche una commodity in grado di influenzare le altre materie prime. Per quanto concerne ad esempio i metalli preziosi, più basse sono le quotazioni degli idrocarburi, e più basse sono le stime di inflazione attesa. Le materie prime agricole subiscono pressioni al ribasso a causa dell’erosione dei costi di produzione e di trasporto. Lo stesso dicasi, ad esempio, per le quotazioni dei metalli industriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi