Skip to main content

Fininvest “perde” il 20% di Mediolanum

fininvestBrutte notizie per Fininvest, tutt’altro che inattese. La holding di casa Berlusconi deve infatti dismettere obbligatoriamente la partecipazione in Mediolanum, istituto di credito guidato dallo storico amico del vertice di gruppo, Ennio Doris, nella parte che eccede il 9,9%. Una notizia comunicata in una nota dalla stessa Fininvest, nella quale viene spiegato che l’iniziativa è figlia della perdita dei requisiti di onorabilità in capo al proprio controllate indiretto, Silvio Berlusconi, condannato nell’ambito del processo sui diritti tv di Mediaset.

Il provvedimento intrapreso da Banca d’Italia riguarda oltre il 20% del capitale di Mediolanum: attualmente, infatti, la holding di famiglia Berlusconi possiede circa il 30% della banca, e la retrocessione al di sotto del 10% comporta quindi la vendita di un quinto del capitale sociale dell’istituto di credito. La partecipazione potrà essere dismessa anche attraverso l’opera di un trust, purchè il passaggio di mani verso terzi non avvenga oltre i prossimi 30 mesi. Sulla partecipazione da dismettere, inoltre, verranno sospesi i diritti di voto e, di conseguenza, si ritiene sciolto il patto di sindacato che lega (legava) Fininvest a Ennio Doris. (altro…)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi