Skip to main content
pc denaro

Pensioni, a luglio la quattordicesima

pc denaroIl mese di luglio sarà periodo di quattordicesima per una platea di 3,4 milioni di pensionati italiani. Con una novità: quest’anno la platea sarà allargata rispetto all’anno precedente, e avrà un importo un po’ superiore.

Di fatti, quest’anno la quattordicesima spetta ai pensionati con un’età anagrafica superiore ai 64 anni, e con un reddito complessivo che non deve superare due volte il trattamento minimo (13.049,14 euro annui). Non rileva il reddito del coniuge o il patrimonio del pensionato, se non da reddito.

Per quanto attiene l’importo dell’assegno di quattordicesima, i pensionati che hanno redditi fino a 9.786,86 euro annui (ovvero fino a 1,5 volte il minimo) avranno un assegno di 437 euro se hanno fino a 15 anni di contributo, 546 euro se hanno tra i 15 e i 25 anni di contributi, e 655 euro se si hanno oltre i 25 anni di contributi. I pensionati che invece hanno un reddito tra 9.786,87 euro e 13.049,14 euro riceveranno un assegno di quattordicesima che sarà di 336 euro se hanno fino a 15 anni di contributi, 420 euro se hanno tra i 15 e i 25 anni di contributi e 504 euro se hanno più di 25 anni di contributi. Per i pensionati da lavoro autonomo sono necessari tre anni di contributi in più rispetto ai dipendenti.

Ricordiamo infine che la somma della quattordicesima sulle pensioni spetta insieme al rateo di luglio se il requisito anagrafico è perfezionato nel primo semestre dell’anno, e sarà corrisposta a dicembre se invece si raggiungono i 64 anni nel secondo semestre del 2017. Peraltro, si noti come il beneficio è erogato “in via provvisoria sulla base dei redditi presunti”, ed è definitivo solo quando si conosceranno le informazioni consuntivate dei redditi 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *