Skip to main content

Investimenti Deutsche Bank, utile in forte calo

SEC-DeutscheSi chiude con un utile in forte calo il secondo trimestre per Deutsche Telekcom, una delle principali società tedesche. L’operatore delle telecomunicazioni ha infatti annunciato di aver accusato, nel secondo periodo dell’anno (che va da aprile a giugno 2016) una flessione dell’utile netto del 13 per cento rispetto a quanto maturato nello stesso periodo dello scorso anno, per un livello in termini assoluti pari a 621 milioni di euro. Stando a quanto annuncia il top management societario, la colpa è da ascriversi principalmente al costo del personale, visto e considerato che sarebbero stati messi al ibro ben 400 milioni di euro di costi una tantum. I ricavi sono invece saliti del 2,2 per cento a 17,82 miliardi di euro, mentre l’Ebitda adjustes è cresciuto dell’8,6 per cento a 5,46 miliardi di euro (variazioni su base annua).

Ancora, è anche vero che i dati sono in totale contrapposizione con quanto previsto dalla maggioranza degli economisti. Per quanto concerne ad esempio le stime di consenso che sono state elaborate dal Dow Jones Newswires, infatti, l’utile netto doveva chiudersi in crescita del 15 per cento su base annua a 820 milioni di euro, mentre i ricavi dovevano crescere un pò oltre quanto realizzato, a 17,84 miliardi di euro. Di contro, è altresì appurato che Deutsche Bank ha conseguito un Ebitda adjusted migliore delle aspettative, che erano state stimate in 5,45 miliardi di euro.

Nonostante tali dati particolarmente contrastanti, l’istituto tedesco ha comunque avuto modo di confermare le linee guida per l’intero esercizio, prevedendo un Etbida pari a 21,2 miliardi di euro e ricavi in crescita tra il 2016 e il 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *