Skip to main content

S&P non convinta dai progressi italiani

S&PStandard & Poor’s non promuove l’Italia e – anzi – si dimostra non particolarmente convinta dai progressi compiuti in questi primi mesi dal governo Renzi. In particolare, pur definendo come “incoraggianti” le intenzioni dell’esecutivo, S&P ricorda come sia troppo presto per poter valutare compiutamente il lavoro dell’ex sindaco di Firenze e come, pertanto, non si possa che procedere con il ribadire il consueto rating BBB, con un outlook per giunta negativo. Non solo: S&P anticipa che vi è una possibilità su tre che tra il 2014 e il 2015 il rating possa essere rivisto al ribasso. A leggere le motivazioni che hanno spinto l’agenzia di rating ad un atteggiamento piuttosto severo nei confronti del BelPaese, ci sarebbe comunque ben poco di cui sorprendersi. L’agenza spiega infatti che la conferma del rating “riflette le attese affinchè il governo faccia progressi per le importanti riforme strutturali e fiscali”, mentre per quanto attiene la conferma dell’outlook negativo, S&P aggiunge come la previsione “rifletta i rischi che permangono sui conti pubblici italiani, a causa delle deboli prospettive di crescita”. Approfondisci

Quanto vale il calcio in Europa?

SerieATIM_13_14Tempi di Mondiali brasiliani e, permetteteci, anche di più terreni (e terrestri) bilanci. Secondo il report di Deloitte, infatti, il calcio europeo varrebbe circa 20 miliardi di euro l’anno, prevalentemente concentrati (per la metà) nei campionati di Italia, Francia, Spagna, Inghilterra e Germania. Se il numero da capogiro vi appare incredibile, sappiate che le statistiche sono ben più profonde. Deloitte dichiara infatti che nel corso della stagione 2012 – 2013 nel vecchio Continente il fatturato avrebbe sfiorato i 20 miliardi di euro (19,9 miliardi di euro), in incremento del 2 per cento rispetto all’anno precedente. Quasi la metà di questo significativo importo (9,8 miliardi di euro, in incremento del 5%) è relativo a soli cinque Paesi: Inghilterra, Germania, Spagna, Italia, Francia. In particolare, la Premier League inglese si sarebbe confermata la divisione più ricca con fatturato per 2,9 miliardi di euro, in incremento dell’1%, e per un giro d’affari che è quasi doppio rispetto a quello del campionato tedesco, la Bundesliga (2,01 miliardi di euro, in crescita dell’8%). Approfondisci

Telecom, mistero sulla multa brasiliana per Telefonica

brasileIl Cade, l’authority brasiliana, avrebbe confermato la multa nei confronti di Telefonica, ribadendo quindi la propria imposizione di diluire sul mercato con vendita della partecipazione in Tim Brasil (che detiene mediante Telecom Italia, a sua volta detenuta con holding Telco), o del 50% della propria controllata Vivo. In aggiunta, 15 milioni di reais di sanzione pecuniaria, ad aggravare ulteriormente un contesto già penalizzante per l’operatore tlc sudamericano.

Il mistero sta tuttavia nel fatto che a Radiocor fonti di Telefonica avrebbero affermato che la decisione riguarda solo e unicamente la multa di 15 milioni di reais comminata dall’Antitrust e non, pertanto, la cessione delle partecipazioni. Una posizione che è stata comunque contestata dalla compagnia che, quindi, non esclude nuovi ricorsi a vie giudiziarie. Approfondisci

Investire in opzioni binarie con lo smartphone grazie a Anyoption

forexAnyoption, uno dei leader nell’intermediazione di investimenti mediante opzioni binarie, ha predisposto una nuova app che consente a tutta la propria utenza di poter “scommettere” sulle opzioni binarie anche attraverso lo smartphone. Attraverso tale passo in avanti Anyoption conferma la propria attenzione in materia di trading online, rivolgendosi sia ai clienti che utilizzano l’iOS degli iPhone, sia agli utenti che preferiscono l’Android di Google: in ogni caso, con pochi e semplici click, sarà possibile effettuare trading online con le opzioni binarie e iniziare – speriamo! – a guadagnare soldi.

L’applicazione predisposta da Anyoption si conferma come una delle più evolute e personalizzabili sul genere, visto e considerato che è possibile effettuare investimenti su qualsiasi tipologia di opzione tradizionalmente intermediata mediante le ordinarie piattaforme, estendendo le opportunità di scommessa anche agli indici, ai singoli titoli azionari, alle materie prime. Approfondisci

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi