Skip to main content

Tasso disoccupazione area euro stabile al 9,3%

Stando a quanto asseriscono gli ultimi dati forniti dall’Eurostat, il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 9,3 per cento nel corso del mese di maggio, raggiungendo così un livello minimo da oltre otto anni a questa parte (per trovare un livello così basso bisogna risalire indietro nel tempo al marzo del 2009). Nel mese, peraltro, si scorge come l’aumento dei disoccupati in Francia e Italia sia stato compensato dal calo in Spagna e nella maggior parte dei Paesi minori (mentre è risultato stabile il tasso della Germania).

Gli unici Paesi che mantengono tassi di disoccupazione a due cifre sono Grecia, Spagna, Italia e Cipro. All’estremo opposto Repubblica Ceca (3 per cento) e Germania (3,9 per cento). Le indicazioni dalle indagini sono di crescita solida degli occupati anche nei prossimi tre mesi, con gli analisti che pertanto si attendono una flessione dei senzalavoro al di sotto del 9 per cento per fine anno.

Tra gli altri dati macro economici, rileviamo ancora come in area euro siano stati pubblicati gli ultimi aggiornamenti statistici sull’andamento delle vendite al dettaglio, che sono cresciute di 0,4 per cento mese su mese a maggio dopo lo 0,1 per cento mese su mese del mese precedente Si tratta del quinto aumento consecutivo: un filotto di risultati positivi che oramai lascia pochi dubbi sulla tenuta dei consumi privati nel secondo trimestre dell’anno.

Si noti infine come il dato statistico di maggio lascia le vendite in rotta per un aumento di 0,8 per cento t/t a giugno dopo lo 0,3 per cento t/t dei mesi primaverili. Le indagini di fiducia presso le famiglie e imprese operanti nel commercio al dettaglio suggeriscono un proseguimento della tendenza recente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *