Skip to main content

Pro e contro delle carte di credito

Sono ancora molti gli italiani che non si fidano totalmente delle carte di credito e quindi evitano di attivarne una. In effetti questo tipo di moneta elettronica può portare a qualche inconveniente, ma solo nel caso in cui non si faccia attenzione a dove si attiva la carta e a come la si utilizza.

Gli acquisti online

carteAnche se esistono persone che ancora oggi evitano di fare acquisti in rete, questo tipo di commercio si sta sempre più espandendo. Molte persone però tendono a temere la possibilità di fare acquisti online, a causa della possibilità di vedersi clonare la carta di debito o di credito, ma anche per altri motivi. Molti giovani infatti non utilizzano la carta di credito tradizionale in quanto temono di non riuscire a saper gestire al meglio il capitale a disposizione, effettuando acquisti superiori alla cifra disponibile sul conto corrente. Per ovviare a questo problema oggi sono disponibili diverse carte di credito ricaricabili, dalle quali è possibile prelevare solo la liquidità che vi depositiamo, evitando che la banca anticipi per noi dei soldi. La maggior parte delle carte di credito ricaricabili funzionano come conti correnti, hanno quindi un IBAN utilizzabile per fare bonifici e pagamenti vari.

Quanto costa la carta di credito

Ci sono persone che non attivano la carta di credito sul loro conto corrente perché temono che le spese siano eccessive. In effetti sotto questo punto di vista l’offerta disponibile è una vera giungla. Ci sono banche che richiedono un costo annuale per la gestione della carta, altre cui è necessario pagare ogni mese per la ricezione dell’estratto conto. Volete sapere come risparmiare sulla carta di credito? È semplice, basta evitare tutti gli istituti di credito che richiedono il pagamento del servizio. Fortunatamente oggi diverse banche, soprattutto quelle online, consentono di utilizzare gratuitamente la carta di credito, senza alcuna spesa. Conviene comunque evitare alcuni tipi di utilizzo, che spesso sono comunque a pagamento, ad esempio il prelievo di contanti all’estero.

Carte di credito revolving

Un interessante prodotto finanziario è la carta di credito revolving. Nelle carte di credito classiche la banca anticipa per noi la cifra spesa, che ci sarà richiesta nel corso del mese successivo alle spese effettuate. Con le carte revolving invece l0estratto conto viene tramutato in un prestito, da restituire mensilmente, in rate predefinite nel momento in cui si attiva la carta. In questo caso è importante fare attenzione agli interessi pattuiti con la banca, perché potrebbero essere particolarmente alti rispetto ad altre tipologie di prestito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *