Skip to main content

Principali tipi di future

In commercio esistono diverse tipologie di future. Per poter realizzare una breve panoramica su questo tema iniziamo dai future commodity, o sulle materie prime, il più importante dei quali è il contratto future sul petrolio, che contribuisce a stabilire i prezzi attuali e futuri del greggio. Altri contratti future connessi all’energia sono a valere su gas naturale, olio combustibile. Non solo: i contratti future su merci e materie prime possono essere anche a valere su metalli, prodotti agricoli e bestiame. Esistono poi dei future su titoli finanziari come valute, tassi di interesse e indici azionari.

Un’altra forma è il contratto a termine, una modalità più “personalizzata”, poiché il tempo di consegna e l’importo sono personalizzati per soddisfare le particolari esigenze dell’acquirente e del venditore. In alcuni contratti a termine, le due parti possono concordare di attendere e saldare il prezzo quando il bene viene consegnato. Un contratto a termine è una transazione in contanti che, in verità, è piuttosto comune in molte industrie, specialmente nelle materie prime.

Ancora, esistono le opzioni, che offrono all’acquirente il diritto di acquistare o vendere un contratto future, indicando la data e il prezzo. I contratti sulle opzioni sono comunemente impostati per un mese o più di tempo, anche se non mancano – soprattutto tra gli speculatori – i contratti a breve o brevissimo termine. Ci sono poi gli accordi sui tassi a termine, over-the-counter, con l’acquirente che si impegna a pagare un tasso fisso di interesse su un importo che non viene mai effettivamente scambiato. Il venditore è d’accordo, in teoria, a prestare una somma di denaro a un mutuatario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *