Skip to main content

Le certificazioni energetiche: quali servono in Italia

certificazione-apeLa certificazione energetica è un documento, obbligatorio per qualsiasi nuovo immobile, che riporta le caratteristiche peculiari di uno stabile o anche di un solo appartamento, per quanto riguarda l’isolamento, e le altre peculiarità che lo caratterizzano da un punto di vista energetico. Per un acquirente è importantissimo avere accesso ai dati che riguardano la certificazione energetica di un immobile, perché rende più semplice confrontarlo con altri prodotti simili presenti sul mercato. I certificati energetici che possono essere presenti per un’abitazione sono essenzialmente due: APE e AQE, e hanno un significato profondamente diverso.

Cos’è l’AQE

L’AQE è uno strumento da utilizzare in fase di progettazione e realizzazione di una nuova struttura edilizia, o di ristrutturazione di una già presente. Si tratta di un documento redatto da una persona che ha un ruolo diretto nella costruzione o nei lavori di ristrutturazione, come ad esempio il direttore dei lavori o il progettista. All’interno di questo documento sono elencate tutte le caratteristiche della struttura che permettono di migliorare la prestazione energetica dell’edificio stesso, riportando anche tutto ciò che sarà effettivamente realizzato. Quindi nell’AQE sono disponibili sia dei suggerimenti su come migliorare la struttura, sia ciò che sarà effettivamente realizzato. Si tratta di uno strumento molto utile, che serve durante la realizzazione di un’opera edile. La presenza dell’AQE non esime dalla produzione dell’APE.

L’APE

L’APE, o Attestato di Prestazione Energetica, è un documento redatto da un tecnico indipendente, che non ha partecipato in alcun modo alla costruzione e progettazione dello stabile per cui redige il documento. Si tratta di un certificato che analizza le caratteristiche di uno stabile, o di un appartamento, da un punto di vista prettamente energetico. Riporterà quindi la tipologia di impianto di riscaldamento presente, il combustibile utilizzato, la disposizione di porte e finestre e la qualità degli infissi, e così via. Questo permette di inserire l’abitazione in una certa Classe Energetica, indicata con una lettera maiuscola, che va da A, da intendersi per le abitazioni con la migliore prestazione energetica, fino alla G.

Come ottenere l’APE

Per fare in modo che un’abitazione sia munita di APE non è necessario effettuare alcun tipo di ammodernamento; si tratta semplicemente di contattare un tecnico abilitato alla produzione di questo tipo di documento. Egli effettuerà un’analisi precisa della struttura dal punto di vista energetico e redigerà l’Attestato. Spesso in tale documento sono riportate anche delle indicazioni per migliorare l’efficienza energetica di un’abitazione, ad esempio modificando alcune delle strutture già esistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *