Skip to main content

Italia, produzione industriale in buon recupero

Gli ultimi dati forniti dall’Istat nel nostro Paese segnalano come in Italia la produzione industriale aggiornata alla fine del mese di febbraio abbia registrato un ampio recupero rispetto al dato immediatamente precedente in termini di confronti, pur fermandosi comunque al di sotto delle attese a +1,0 per cento mese su mese, contro dati di consenso pari a 1,3 per cento mese su mese.

Anche se posizionato sotto gli auspici, è comunque bene notare come il dato abbia segnato una decisa inversione di tendenza rispetto al -2,3 per cento mese su mese di gennaio, ma non sia stato in grado di riportare in positivo il bilancio da inizio anno con i settori produttivi che dovrebbero registrare un contributo negativo per il PIL.

Di contro, è ben possibile riscontrare una positiva variazione nel corso dell’ultimo trimestre con la produzione che, da dicembre 2016, è cresciuta in media di 0,7 per cento su base trimestrale. In termini di variazione annuale la produzione è cresciuta dell’1,9 per cento anno su anno in febbraio rispetto al -0,2 per cento anno su anno precedente e si è così mantenuta al di sotto delle previsioni di +2,4 per cento anno su anno. Scendendo più nel dettaglio dello spaccato del dato statistico, e osservando con maggiore analisi i contributi dei singoli settori, emerge come il manifatturiero abbia segnato un’espansione di +1,4 per cento mese su mese, mentre particolarmente negativa è stata la variazione della produzione di energia e gas, in contrazione a -6,6 per cento mese su mese a febbraio.

Tra gli altri dati macro del periodo, rileviamo rapidamente come in Giappone i dati di bilancia commerciale abbiano registrato un surplus di partite correnti in forte aumento da 65,5 miliardi di yen a 2.813,6 miliardi di yen in febbraio, sui massimi da marzo 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *