Skip to main content
forex dollaro

Forex, prevale il clima di attesa per le elezioni USA

forex dollaroCosì come già noto per il mercato azionario, anche sul fronte cambi prevale l’attesa per i risultati delle elezioni presidenziali USA che si terranno in queste ore. Già stamane i mercati finanziari avevano beneficiato del clima di avversione al rischio, dopo la notizia che la Clinton non sarebbe stata incriminata dall’FBI per lo scandalo delle email. Le dichiarazioni del Bureau hanno dunque rassicurato non solamente la parte democratica (che ha guadagnato qualcosa negli ultimi sondaggi effettuati) quanto anche i mercati finanziari, che evidentemente non considerano di buon occhio la potenziale elezione di Donald Trump, che al di là della sostanza delle sue politiche potrebbe apportare una maggiore avversione al rischio.

In apertura di oggi, il cambio euro/dollaro scambia in area 1,1050 dopo che venerdì si era sfiorato il livello di 1,1150, dollaro/yen in area 104,50 dopo che stamane i verbali BoJ avevano ribadito la volontà di riportare l’inflazione all’obiettivo di 2 per cento.

Sugli stessi temi si noti anche che il petrolio sta attraversando una discreta fase di rialzo. Il segretario generale dell’OPEC, il nigeriano Barkindo, ha confermato che i Paesi del cartello intendono rispettare l’accordo siglato ad Algeri a settembre. Gli occhi degli operatori restano pertanto puntati sul meeting ufficiale del 30 novembre a Vienna; fino ad allora non è certamente possibile escludere una certa volatilità sul mercato. Al di là delle positive dichiarazioni in merito al risultato del meeting di fine mese, bisognerà infatti comprendere in che modo verranno attuati gli accordi riduzione, se questi saranno sufficienti per poter conseguire un nuovo equilibrio di mercato e, ancora, se una possibile intesa parallela possa o meno riguardare l’area non OPEC, che occorrerà in qualche modo interessare per poter cercare di garantire un congruo riequilibrio di un contesto ancora caratterizzato da un forte eccesso di offerta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *