Skip to main content

Deutsche Telekom chiude trimestre in perdita

Deutsche Telekom, il più noto e importante gruppo telefonico tedesco, ha annunciato di aver mandato in archivio i risultati del quarto trimestre 2016 con una perdita netta pari a 2,1 miliardi di dollari, dopo la svalutazione che è stata realizzata in riferimento al possesso della partecipazione della società in BT Group, pesata poi per un valore complessivo di 2,2 miliardi di euro.

Nella nota con la quale sono stati diramati i dati, Deutsche Telekom afferma di aver conseguito EBITDA, rettificato per le componenti straordinarie, migliore del 2,4 pe cento rispetto a quello generato nel corso dell’anno precedente, per un valore assoluto ora pari a 5,27 miliardi euro, al di sotto però dei 5,34 miliardi di euro che invece erano stati stimati dal consenso.

I ricavi complessivi sono invece saliti su base annua del 9,4 per cento a 19,5 miliardi di euro, battendo in questo caso i 19,1 miliardi di euro che sono stati indicati dal mercato. Riguardo all’outlook per l’esercizio in corso, Deutsche Telekom ha annunciato di poter puntare a realizzare ricavi in crescita con un flusso di cassa in miglioramento stimato del 12 per cento a quota 5,5 miliardi di euro.

Ulteriormente, in riferimento al valore dell’EBITDA rettificato, la società ha annunciato di attendersi un valore intorno ai 22,2 miliardi di euro, in confronto con i 22,6 miliardi di euro che invece sono indicati dal consenso, e sul quale potrebbe continuare a pesare la maggiore concorrenza nel mercato interno che a sua volta può influire in misura decisiva sui prezzi dei servizi offerti e sui guadagni derivanti dalla sottoscrizione dei contratti.

Vedremo dunque nel corso di questi primi mesi del 2017 se Deutsche Telekom riuscirà o meno a rispettare la rotta tracciata dal proprio top management sul fronte economico e patrimoniale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *